Seguimi e partecipa anche tramite E-mail

domenica 5 giugno 2011

La pioggia

Rieccomi quì dopo un po' di tempo di assenza.
In questi giorni a Milano ha piovuto e sta ancora piovendo tantissimo, quindi i primi giorni sono rimasto a casa senza correre, fino a quando stufo ho deciso di "rischiare" la lavata. Il mio percorso è praticamente sempre lo stesso e misura 10 Km. Quindi mi preparo ed esco, sapendo che la legge di murphy mi perseguita ero sicuro che al quinto Km avrebbe cominciato a diluviare, così non è stato. Ha cominciato a diluviare al 7°...
Dopo l'iniziale sorpresa, devo dire che ho trovato tutto sommato piacevole correre sotto la pioggia (l'unica preoccupazione era non fare inzuppare l' Ipod...). Una volta che si è completamente fradici e si riesce ad "andare a tempo" con la pioggia  diventa quasi tutto più facile! Chi non l'ha mai provato starà pensando: "Tu sei tutto scemo..." E invece è così!
Ovviamente esistono anche degli svantaggi, il fondo stradale diventa scivoloso e lo sterrato in certi punti impraticabile ( e i simpaticoni che sfrecciano in auto nelle pozzanghere non aiutano... ma lo farei anch'io :-p )
E quì mi sorgono dei dubbi "tecnici": in caso di pioggia le scarpe reggono lo stesso? e che tipo di indumenti è meglio indossare?
Ed ora riprendo la linea guida per il quale è nato questo blog, oltre alla corsa commentare l'attualità. Come tutti averete letto e sentito è scoppiato un nuovo caso calciopoli, per descriverla in breve dei giocatori venivano drogati da dei compagni di squadra o da gente di quell'ambiente, per falsificare i risultati ed avere una fonte di ricavo tramite le scommesse, veramente una porcata insomma... Che ne pensate? Lo sport è davvero tutto così? O soltanto calcio ciclismo e i soliti noti? Nella corsa si è mai verificato qualcosa del genere?
La palla passa a voi!
A presto!

P.S: Per chi non l'avesse mai fatto consiglio di correre o nuotare sotto la pioggia è una esperienza davvero interessante e gratificante :-)

Nessun commento:

Posta un commento